Miart 2018. Campagna Prisma 1

Miart 2018. Le anticipazioni tra nuovi partner e Art Week

Miart 2018. Le anticipazioni tra nuovi partner e Art Week

Miart ancora. Mentre a Bologna  è in corso Arte Fiera Milano si prepara ad accogliere la sua più grande e consolidata fiera di arte contemporanea. In attesa quindi del 13 aprile Artcore presenta alcune anticipazioni, rivelate in conferenza stampa tenuta a Palazzo Marino. Erano presenti l’Assessore alla Cultura Filippo Del Corno, il confermato direttore di Miart Alessandro Rabottini, Fabrizio Curci A.D.di Fiera Milano e Michele Coppola, direttore Arte e Cultura di Banca intesa, main sponsor della manifestazione.

 

Miart 2018. Anticipazioni a Palazzo Marino

Miart 2018. Le anticipazioni-Palazzo Marino ospita la conferenza stampa, ph. Sofia Obracaj

 

Art Week 2018

Il fatto che la sua presentazione pubblica sia avvenuta nello splendido palazzo del Comune la dice lunga sul patto di collaborazione tra Miart e Milano, sul reciproco prestigio consolidato nell’arco delle ultime edizioni. In particolare Del Corno ha parlato del dialogo con la città durante il periodo di apertura di Miart, attraverso la cosiddetta Art Week (9-15 aprile).

L’obiettivo è sempre quello di “aumentare la desiderabilità di Milano” come place to be dell’arte moderna e contemporanea: per una intera settimana un ricco calendario di eventi e mostre nei luoghi istituzionali e no profit. Sono moltissimi gli eventi e le gallerie da non poterle citare tutte, come quelle in Fiera, ma segnaliamo la novità di ART NIGHT NO PROFIT SPACES sabato 14 aprile con performance ed eventi, e l’apertura straordinaria delle gallerie milanesi il 15 aprile.

La ventitreesima edizione si presenta quindi con l’intento di invadere Milano con l’arte contemporanea dentro e fuori Fieramilano City, per una settimana di incontri, inaugurazioni, mostre ed eventi internazionali.

 

Miart 2018. Alessandro Rabottini

Miart 2018. Le anticipazioni. Il presidente di Miart2018 Alessandro Rabottini a Palazzo Marino, ph. Sofia Obracaj

 

Miart. Edizione 2018

Ancora una volta moderno e contemporaneo dialogheranno: a Fieramilanocity ci saranno 186 gallerie di tutto il mondo con opere datate dagli inizi del ventesimo secolo fino ai giorni nostri. Rabottini parla della progressione negli anni di Miart, con un riposizionamento nel panorama delle fiere e nel sistema d’arte oggi riconoscibile nell’edizione 2018, le sezioni man mano definite e con l’inserimento di alcune novità, e il consolidamento del mix di arte e design di ricerca, con tutti i partner e con i numerosi premi collegati.

Si cerca quindi continuità nell’offerta della fiera e specificità della sua ampiezza cronologica, per cercare una coralità nelle proposte degli attori italiani e internazionali, tra antico e contemporaneo. E’ emblematico il titolo di Miart 2018 “Il presente ha molte storie”, perchè aldilà di quello che vedremo quello che conta è il volerlo guardare con gli occhi di oggi, con la sensibilità dell’interesse collezionistico del presente, e con stand curatissimi nei dettagli come vere e proprie mostre in galleria. Inoltre la presenza di nuovi paesi come Canada e Turchia testimonia il prestigio di Miart nel panorama mondiale.

 

Miart 2018. Locandina con Prisma

Miart 2018. Le anticipazioni. Immagine guida della campagna di comunicazione Prisma

 

Le sezioni

Sei sezioni a Miart come nelle precedenti edizioni. Established, divisi tra Contemporary con le sue 79 gallerie specializzate in arte contemporanea, e Master con le 47 gallerie dalla proposta di artisti storicizzati con opere dai primi del Novecento agli anni Novanta, Emergent con le nuove generazioni di 20 gallerie internazionali, 14 delle quali sono new entries a Miart.

Con Generations otto coppie di gallerie mettono a confronto opere di artisti di differenti generazioni, mentre le 9 gallerie di Decades offrono una visione del Novecento scandita per decenni per enfatizzare la doppia anima di Miart tra moderno e contemporaneo con un’attenzione speciale al secondo dopoguerra, come sta accadendo nel mercato internazionale.

On Demand è una categoria trasversale con opere context based e site specific coke wall paintings o installazioni che esistono solo se “attivate” da un acquirente.

Infine la riconferma di Objects, uno dei punti alti di Miart per l’innovazione del pensiero sulla creatività, allargando il campo di interesse al progetto fruibile come arte e concepito in edizione limitata. Quattordici gallerie per la promozione di oggetti di design contemporaneo e d’eccellenza che siamo particolarmente curiosi di scoprire.

 

Miart 2018, interno di Fieramilano City per l'edizione 2017.

Miart 2018. Le anticipazioni. Visita della fiera nel 2017

 

Intesa Sanpaolo Main Sponsor

Curci ricorda l’importanza della nascita della Fondazione Fiera Milano per lo sviluppo di Miart e i grossi partner. Il principale è per la prima volta Intesa Sanpaolo il cui rappresentante Michele Coppola presenta l’immagine concreta di promotore artistico e culturale, da moltissimo tempo attivo in Italia e a Milano: “Le banche sono dal Rinascimento sostenitori della cultura, alle origini della nostra modernità”.

Banca intesa ha una sua collezioni di 20000 opere chiamata Cantiere del Novecento e per la banca Miart è anche una possibilità di vendere e acquisirne di nuove. Non dimentichiamo che nella stessa storica piazza di Palazzo Marino, iconica per Milano con una delle sue istituzioni più note al Mondo, La Scala, si trovano le Gallerie d’Italia con una mostra su l’eredità di Caravaggio, in dialogo con quella di Palazzo Reale.

Non è finita, Intesa Sanpaolo ha in serbo una sorpresa per i partecipanti a Miart: un artista di rilevanza internazionale creerà un’opera per l’occasione, che verrà portata in un tour espositivo nel corso dell’anno.

 

Miart 2018. Anticipazioni con Michele Coppola

Miart 2018. Le anticipazioni-Il presidente di Arte e Cultura Intesa Sanpaolo Michele Coppola alla conferenza stampa a Palazzo Marino, ph. Sofia Obracaj

 

Nuovi Partner

Miart 2018 sarà sostenuta secondo diverse forme da nuovi attori come FLOS,  l’azienda italiana leader internazionale per la produzione di illuminazione di raffinato design, partner tecnico della manifestazione. Nel ristorante tre stelle Michelin da Vittorio ( partner MIart dal 2013), all’interno della vip Lounge, FLOS proporrà Arrangements, un’installazione luminosa site specific di Michael Anastassiades, a cavallo tra arte figurativa e design industriale.

Come accade dal 2012 Ruinart sarà presente nella vip lounge e nello scrigno dedicato a Miart e realizzato dall’artista scelto per l’occasione dalla Maison de Champagne. Ricordiamo il partner ospitalità in Milano Westin Palace e Nava Press con Mousse Agency che ha realizzato i materiali stampati.

 

Miart 2018. Anticipazioni di Filippo Del Corno

Miart 2018. Le anticipazioni-L’assessore Del Corno parla alla conferenza stampa a Palazzo Marino, ph. Sofia Obracaj

 

I premi

I premi rientrano anche nella dimensione del sostegno all’arte contemporanea, sono confermati i sette della scorsa edizione con una nuova e prestigiosa rosa di giurie internazionali, direttori e curatori di musei d’alto profilo. Ben 100000 euro per opere e artisti vincitori del Fondo di Acquisizione Giampiero Cantoni della Fondazione Fiera Milano che andranno ad incrementare la sua collezione. 4000 euro sarà il valore del Premio LCA per Emergent dedicato alle gallerie emergenti e messo a disposizione LCA studio legale, Il Premio Herno dell’omonima Spa andrà al miglior progetto espositivo con i suoi 10000 euro, la stessa cifra sarà a disposizione del vincitore del Premio Fidenza Village per il migliore stand della sezione Generations. Per la nuova sezione On Demand altri diecimila euro andranno alla migliore presentazione grazie all’associazione di produzioni sperimentali Snaporazverein. Il premio CEDIT consiste invece nell’acquisizione di un’opera di un designer italiano emergente nella sezione Objects che sarà collocata nella collezione permanente del Triennale Design Museum. Last but not least all’arte contemporanea e ai giovani artisti sarà dedicato il premio Rotary Club Milano Brera, sempre 10000 euro in palio.

 

Miart 2018. presentazione alla stampa con organizzatori e main partner

Miart 2018. Le anticipazioni-personalità istituzionali in conferenza stampa a Palazzo marino, ph. Sofia Obracaj

 

La campagna di comunicazione

A Palazzo Marino si è parlato anche della campagna di comunicazione di Prisma, con l’idea innovativa di raccontare l’arte attraverso una vera e propria produzione artistica, un progetto visivo integrato che comprenda campagna stampa tradizionale, una serie di teaser e video on line, un’opera video e una performance dal vivo.

Prisma è frutto della creatività e delle collaborazione tra soggetti istituzionali come Triennale teatro dell’Arte, ii produttori di film d’artista In Between Art Film e l’associazione di produzioni sperimentali Snaporazverein e Corpo celeste C.C.00#.

Nelle prossime settimane si inizieranno a rilasciare i trailer del video immersivo visibile all’entrata della manifestazione. La fase conclusiva sarà mercoledì’ 11 e giovedì 12 aprile  al Teatro dell’Arte in Triennale, di cui si anticipa la riflessione di corpi danzanti moltiplicati da specchi, come a mostrare quanto l’arte pare che rifletta il reale mentre in realtà lo trasformi sempre.

 

Miart 2018. Vista della presentazione nella splendida sala comunale di Palazzo Marino

Miart 2018. Le anticipazioni-Palazzo Marino ospita la conferenza stampa, ph. Sofia Obracaj

 

Miartalks ed Educationals

In Between Art Film sarà anche promotore e organizzatore dei Miartalks: conversazioni e tavole rotonde sul tema principale riassunto dalla domanda “Che cosa possiamo immaginare?”. Si cercano risposte nel presente e nelle condizioni sociali in cui l’immaginazione si manifesta, sul suo valore rivoluzionario e sul rapporto con il passato ancora presente. I curatori saranno João Ribas e Fatos Üstek, ma tra scrittori, architetti, artisti, curatori, direttori di musei saranno più di quaranta le personalità internazionali a confronto.

 

Miart 2018. Prisma

Miart 2018. Le anticipazioni. Immagine della campagna di comunicazione Prisma

 

Miart Educationals è invece un nuovo servizio di mediazione gratuita a disposizione del pubblico della fiera in collaborazione con Fidenza Village. Sul sito di Miart si potranno approfondire contenuti attraverso visite guidate programmate negli orari più idonei, concentrate soprattutto sulla scoperta delle sezioni Generations e Decades.

Michela Ongaretti